Museo Civico "Carlo Verri" Biassono
Memorie del Parco nel bicentenario della nascita

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
Pagina precedenteElenco mostrePagina successiva

MALUMORI BIASSONESI

Il Circuito di Milano nel R° Parco

Da: Emilio Romanò, Blasonium Memorie storiche e amministrative del Comune di Biassono, 2░ min. 1928/29.

Il Circuito di Milano, nel R° Parco di Monza, è costruito interamente sul Territorio dei Comuni di Biassono e di Vedano.
I due Comuni che hanno ceduto tanta parte del loro territorio, non sono neppure nominati: Milano e Monza hanno usurpato un nome e una fama che doveva ricadere sui due dimenticati Comunelli! Ingiustizia della sorte!
(Quando Emilio Romanò scriveva queste parole non era ancora avvenuta l'aggregazione dei territori di Biassono e Vedano nell'interno del Parco a Monza).

Il giorno 26 Febbraio 1922 si tenne in Monza alla Villa Reale la cerimonia per l'inizio dei lavori del Circuito di Milano ed il Sindaco di Biassono non potè intervenire perché ricevette l'invito troppo tardi; di che il Presidente dell'Automobile Club di Milano, Mercanti, fece le sue scuse al Sindaco con nota 1° Marzo, pregandolo di indagare e riferirgli da chi dipendeva il ritardo nella consegna dell'invito.


Il primo vantaggio negativo di Biassono per la costruzione dell'Autodromo, fu l'enorme deterioramento delle sue strade interne che davano accesso al Parco, nonché di quella di San Giorgio, per le quali passavano numerosi e pesanti autocarri col materiale necessario per l'Autodromo.

Il Sindaco mosse delle lamentele alla S.I.A.S. con nota del giugno, chiedendo che la Società si impegnasse al rifacimento del selciato deteriorato dai pesanti trasporti, e provvedesse inoltre al quotidiano inaffiamento delle strade di maggior percorso per togliere la polvere sollevata dagli autotrasportatori.

I lavori di costruzione delle piste e del circuito, condotti con ritmo accelerato, furono ultimati nell'Agosto del 1922, e nei giorni dal 3 al 10 settembre ebbe luogo la prima Settimana Sportiva col Grande Premio dell'Automobile Club, col Gran Premio d'Italia Vetturette, e col Gran Premio delle Nazioni per Motociclette, che si tennero rispettivamente nei giorni 3 - 8 e 10 Settembre.
Grande fu il concorso di pubblico e di forestieri per dette corse, e Biassono colle sue tre porte di accesso (San Giorgio - Biassono Lesmo - Biassono paese) fu il centro dal quale ebbe transito la maggior parte dei visitatori e delle automobili, e provvide a sue spese in detto anno, come anche nei successivi, pel servizio d'ordine, di segnalazione esterno, nonché all'innaffiamento stradale ed all'alloggio di oltre 200 carabinieri ed ufficiali relativi, nonché per i primi anni anche a quello di uno squadrone di cavalleggeri pel servizio intorno alle mura ed all'interno del Parco.

Nel 1929 venne aperta in territorio di Biassono una quarta porta di accesso alla Costa Alta per rendere pi¨ facile l'accesso e lo sfollamento delle automobili nei giorni di gare.

Ed ora qualche dato tecnico sul Circuito, e che ricavo da una pubblicazione della S.I.A.S.
"Il Circuito misura complessivamente Km. 10, è costruito entro il recinto settentrionale del Parco di Monza [e come già detto tutto su territorio di Biassono e Vedano].
Il Circuito è formato da un grande anello sistemato ad Autodromo con pavimentazione in calcestruzzo, della lunghezza di Km. 4,500, al quale, mediante un sistema di raccordi collegati da un doppio rettilineo e da un sottopassaggio alla grande curva Nord, è inserito un perimetro di Km.5,500.
Le due grandi curve della pista, del raggio ciascuna di m. 325 e la piccola curva del circuito stradale nell'interno della pista del raggio di m. 155 sono sopraelevate, e la loro elevazione è stata studiata per permettere una velocitÓ oraria di circa Km. 180 nelle due grandi curve, e di Km. 120 circa nelle piccole curve del tratto stradale.
Le altre curve del circuito sono piatte, con una lievissima sopraelevazione tendente ad assicurare l'eventuale scolo delle acque dal solo lato interno.
"



ScriveteciMuseo Civico "Carlo Verri"
via san Martino, 1
20046 - Biassono (MI)
tel./FAX 0392201077 cel. 3343422482
e-mail info@museobiassono.it
Pagina precedenteElenco mostrePagina successiva