Museo Civico "Carlo Verri" Biassono
Archivio News
2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007
Rubriche
Prev

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
15 dicembre 2007

Il Museo, come ogni anno, per tenere fede alle tradizioni briantee, ha allestito il presepe.
Il soggetto di quest'anno è la citta di Biassono, rappresentata dalla sua torre, riprodotta in scala all'ingresso del museo.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
24 novembre 2007

Il GRAL è entusiasta nel comunicare che il Museo Civico "Carlo Verri" è stato finalmente riconosciuto come ente museale regionale dalla Giunta Lombarda. Il 10 dicembre, durante un'iniziativa pubblica, ci verrà consegnata una targa al fine di dare visibilità e riconoscibilità all'attività museale e all'azione regionale.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
12 ottobre 2007

La rete televisiva Più blu Lombardia, sabato 12 ottobre e domenica 13 manderà in onda un interessante servizio relativo al Museo di Biassono all'interno della rubrica autoprodotta Block Notes.
Si tratterà di una panoramica delle varie sezioni del museo e di una mini-intervista a Leopoldo Pozzi (Presidente del GRAL) a proposito della nascita e fondazione del Museo.
Buona visione!

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
29 settembre 2007

Il Museo Civico di Biassono ha partecipato all'evento lombardo "una notte al museo", che dava la possibilità di visitare una serie di musei in orari notturni, presentando due conferenze. Ermanno A.Arslan ha intrattenuto i partecipanti parlando dello staffile di S.Ambrogio mentre Leopoldo Pozzi ha delineato la figura di Estore Visconti signore di Monza.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
29 settembre 2007

Apre i battenti la mostra "MONETE DI LOMBARDIA - medievali e moderne". Il Museo ha selezionato per l'occasione dalla sua ricca collezione numismatica una serie di monete, precisamente 194 prodotte dalla zecca di Milano alle quali si aggiungono altri esemplari coniati dalle zecche lombarde minori. La peculiarità della mostra, visitabile fino al 30 gennaio 2008, è però la presenza di un catalogo multimediale, consultabile anche online, ricco di approfondimenti relativi sia alle monete che alle rispettive autorità emittenti.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
22 settembre 2007

Oggi è stata inaugurata la mostra "Attenti al cane!", che racconta il legame millenario tra l'uomo e il cane attraverso testimonianze archeologiche e letterarie. Si ripercorre l'inizio di un sodalizio rimasto immutato nei secoli partendo dall'addomesticazione del lupo, fino all'attribuzione di virtù soprannaturali come il potere di guarigione o di sentinella dell'aldilà.
La mostra sarà visitabile fino al 30 gennaio 2008.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
18 settembre 2007

Momenti di attività nel museo. Si lavora per sistemare ogni dettaglio della mostra che sabato aprirà i battenti al grande pubblico...

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
8 settembre 2007

Anche se la mostra sulla panificazione è terminata nel cortile del Museo è ancora visibile LA FRANCIURA. Trattasi di antico frantoio a macinello per cereali, composto da un basamento in ceppo del Lambro e da un ciottolo di granito, lateralmente munito di incavi per l'alloggiamento delle mani.
Il basamento ci è stato gentilmente prestato dai signori Brambilla di Alserio (Co).
Il ciottolo in granito proviene da Casatenovo (Lc), dono del sig. Roberto Fumagalli.

"... sotto detto portico vi è una pietra detta la franciura che serve a frangere il grano ... In un angolo della corte vi è una pila di vivo longa circa braza 1 onze 6, larga circa onze 10, alta circa onze 9".
Nella corte delle Orsole, dall'atto di investitura delle monache di Sant'Orsola di Monza in Desiderio e Giovanni fratelli Mariani, 8 gennaio 1710 (ASMi, Religione, 2637). Da Gianfranco Pertot - 25 aprile 2007]

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
25 agosto 2007

Oggi si cominicia a smontare la mostra "Il pane: ieri e oggi" per far posto alle nuove mostre in allestimento per settembre.
Il museo ospiterà la mostra: "Attenti al cane! Storia e archeologia di un legame millenario" ed allestirà la mostra: "Monete di Lombardia, medievali e moderne".

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
14 luglio 2007

Angoli del museo. A Lato dell'ingresso interno del Museo sono stati posizionati due nuovi reperti della tradizione Briantea, con relative didascalie esplicative.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
16 giugno 2007

Angoli del museo. Con l'acquisizione di nuovi arredi, il Museo sta aggiornando la sistemazione della già esistente raccolta egizia.
Nella sezione archeologica infatti, una serie di vetrine aggiuntive riorganizza in una veste più ariosa, i reperti appartenenti alla civiltà del Nilo, accompagnati da una dettagliata cartellonistica a spiegazione dell'esposizione.
È in corso di realizzazione anche la guida di questa raccolta.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
24 marzo 2007

Aperto il Baule Rapazzini, donato al Museo da Giulio Rapazzini agli inizi del 2006.
I soci del GRAL procederanno con l'opera di analisi del suo contenuto. Al suo interno venne infatti riposta una mole rilevante di corrispondenza della Famiglia, che ci permette di ricostruire non solamente il vissuto dei suoi componenti, ma soprattutto le caratteristiche ed i cambiamenti nel tempo del territorio brianzolo.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
27 gennaio 2007

Il Museo si basa sulla volontà e l'entusiasmo del gruppo di volontari del GRAL che costantemente porta avanti tutte le attività.
Ecco una foto che ritrae alcuni di noi.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
16 dicembre 2006

Inaugurazione della nuova sezione SEGNO SCRITTURA STAMPA del Museo Civico allestita nello spazio annesso alla Biblioteca Civica
La sezione del Museo che viene presentata desidera proporre una fase dello stupefacente cammino del progresso umano, limitandosi alla nascita e allo sviluppo della scrittura, degli strumenti per produrla e per conservarla nel tempo.
Per centinaia di migliaia di anni l'uomo progredì con grande lentezza, ma nel tempo giunse a elaborare tecniche di comunicazione sempre più sofisticate, fino a creare un linguaggio che diede origine ai nostri linguaggi attuali.
Mancava però il mezzo per "conservare" nel tempo la comunicazione orale, che era affidata alla sola memoria. Fu forse in età neolitica, cinquemila anni fa, se non prima, che l'uomo "inventò" la scrittura, rappresentando gli oggetti pittograficamente. Successivamente - o allo stesso tempo - vennero rappresentati i suoni con segni convenzionali: veniva inventata la scrittura fonetica, con alfabeti sempre più perfezionati. Per millenni l'uomo non riuscì a superare il problema della duplicazione e della diffusione dei testi che scriveva, che erano in copia unica. La trascrizione era effettuata con grande lentezza, a mano, sempre in poche copie. Fu solo con l'invenzione della stampa, nel XV secolo, che venne creato il "libro", con una infinita possibilità di diffusione. E dopo il libro venne "il giornale", capace di ridurre i tempi della comunicazione.
Ma il progresso non si arrestò alla stampa: vennero creati altri strumenti, come il telefono, la radio, i dischi, i registratori, ecc. Oggi possiamo, con il computer, conservare ed elaborare ogni strumento di comunicazione, suono, scrittura, gesto.

Per maggiori dettagli scarica il comunicato stampa.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
14 dicembre 2006

Questa sera si terrà la conferenza di presentazione del libro Carlo Verri artista e critico d'arte. Interverranno Leopoldo Pozzi e Vittoria Orlandi Balzari, autrice del volume.

Per maggiori dettagli scarica il comunicato stampa.

Scriveteci Museo Civico "Carlo Verri"
via san Martino, 1
20853 - Biassono (MB)
tel./FAX 0392201077 cel.3343422482
e-mail info@museobiassono.it

Notizie 2008