Museo Civico "Carlo Verri" Biassono
Archivio News
2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 Rubriche
Next


Foto
Fai click per ingrandire la foto 
17 dicembre 2016

Nello Pieroni un'esperienza didattica biassonese
Sabato 14 Gennaio, alle ore 21:00 presso la Sala Civica del Comune di Biassono il Maestro biassonese Nello Pieroni terrà una conferenza sulla propria esperienza didattica.
Il Maestro, che tra il 1979 e il 1994 ha educato intere generazioni di giovani cittadini biassonesi, esporrà le linee generali del suo metodo di "scuola attiva".
Saranno inoltre presentati i suoi numerosi scritti sull'insegnamento, recentemente digitalizzati e resi disponibili on-line a cura del Museo Civico "Carlo Verri".

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
29 novembre 2016

Ecco dov'era l'Asilo Gigino
Finalmente Identificata, grazie al paziente lavoro di Roberta e Gianfranco sui documenti d'archivio biassonesi, la sede dell'Asilo Gigino.
L'Asilo Gigino, primo asilo campestre della benemerita Opera di Prevenzione Antitubercolare Infantile (OPAI), costituita nel 1914 ed eretta a ente morale nel maggio 1916, venne insediato nello stesso 1916 nella bella villa con ampio giardino che si trova fra via Parco e via Umberto I, quasi di fronte all'ingresso Costa Bassa - Parco (si veda la foto qui a fianco). La villa fu venduta all'OPAI da Dionigi Mario Valagussa, che l'aveva appena costruita su un terreno agricolo da lui acquistato nel 1909. La somma necessaria all'acquisto (35.000 lire) venne donata da Gustavo Noel Winderling (un medico lorenese trasferitosi a Milano, vicepresidente dell'OPAI, amico di Luigi Mangiagalli, che ne era presidente, e fra i fondatori dell'Istituto Stomatologico) e dalla moglie Luisa Fornasini. L'asilo venne intitolato al loro figlio Gigino Noel Winderling, morto di tubercolosi il 16 aprile 1915, a trentadue anni. Sul luogo venne posta anche una lapide in memoriam.
La struttura, dove si applicava il metodo Montessori, venne così descritta: "Un villino in posizione salubre e ridente, in faccia al semicerchio delle nostre Prealpi, in località elevata e lontana dall'abitato, confinante col vastissimo Parco della Villa Reale di Monza ... luogo di rifugio, di ricovero, di assistenza. Bello, accogliente, attrezzato, con la capienza iniziale di trenta bambini dai 3 ai 6 anni. Nell'Asilo, vita semplice e sana: aria, luce, sole, alimentazione abbondante, occupazione intellettuale adatta ai teneri organismi e alle piccole menti" (Opera di prevenzione antitubercolare infantile, Milano 1920).
L'Asilo Gigino fu attivo dal 1916 al 1921, quando l'attività, estremamente onerosa, fu trasferita a Olgiate Olona e a Milano.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
26 novembre 2016

Martedì 29 Novembre, a Milano presso la Sala del Gonfalone di Palazzo Pirelli, in Via Fabio Filzi 22, si svolgerà la presentazione dell’itinerario archeologico "La Via Gallica".
Nel quadro della valorizzazione della Lombardia romana e altomedievale saranno illustrati:
Le 47 tappe dell'itinerario, i 24 Comuni coinvolti, le 6 grandi città, i 18 fra borghi e piccoli centri urbani;un itinerario culturale che attraversa la Lombardia lungo il tracciato della Via Gallica.
L'itineraio toccherà anche 18 musei, 2 ecomusei, 20 parchi e aree archeologiche, 10 itinerari urbani: queste le cifre di un nuovo itinerario, lungo una strada che in età romana e nei primi secoli del medioevo è stata percorsa da imperatori, eserciti, pellegrini, commercianti, migranti e persone comuni, ognuno in viaggio per un diverso motivo.
A raccontarlo saranno quattro testimonial: uno scrittore, un santo, una principessa e una regina, ciascuno legato a uno dei quattro centri urbani (Milano, Bergamo, Brescia, Como).
Il patrimonio storico-archeologico delle località situate lungo il tracciato è illustrato da una App grazie a contenuti multimediali che invitano a compiere un viaggio nel tempo: ricche gallerie fotografiche e videoclip con vedute dei paesaggi collinari, lacustri e metropolitani, audioguide per seguire gli itinerari in compagnia dei testimonial, manufatti che riprendono vita in modelli 3D.
Agili mappe interattive presentano il tracciato e le tappe, suggerendo itinerari tematici o permettendo un’esperienza di visita personalizzata.
La App e l’itinerario culturale “Via Gallica” nascono da un progetto di ricerca finanziato da Regione Lombardia e condotto dal laboratorio ArcheoFrame della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM in partenariato con Soprintendenza Archeologia della Lombardia, Polo Museale della Lombardia, Civico Museo Archeologico di Milano, Museo Archeologico Paolo Giovio di Como, Civico Museo Archeologico di Bergamo, Museo Santa Giulia e Brixia. Parco archeologico di Brescia romana.
Nato per raccogliere l’eredità di Expo 2015, il progetto s’ispira ai principi del turismo sostenibile e dell’uso consapevole delle nuove tecnologie.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
19 novembre 2016

Albiate mi ritorni in mente è il titolo di una mostra, organizzata da Comune di Albiate, Assessorato Cultura e Commissione Biblioteca, e dal Liceo Artistico Modigliani di Giussano, guidati e coadiuvati dalle docenti, nell'ambito del Progetto Alternanza Scuola Lavoro per le ultime classi delle Superiori.
Al Nuovo Polo Culturale di via Giotto saranno esposte 71 foto di Albiate, divise per argomento, elaborate su forex e in pannelli di cartone recuperato, inoltre un proiettore manderà 100 foto di gente di Albiate nei vari anni e in varie manifestazioni, nonchè un filmato di 8,5 minuti con le foto di un matrimonio avvenuto nel 1952.
In mostra troverete, inoltre, l'abito da sposa originale, uno dell'epoca, cappellini e guanti (questi prestati dal nostro Museo), che faranno rivivere l'atmosfera di quel periodo.
Il manifesto è opera di Serena Citterio ed è stato scelto tra diversi lavori proposti dagli studenti Liceo Artistico Modigliani.
Inoltre didascalie, le storie e alcune mini-storie saranno a completare le immagini esposte.
La mostra sarà visibile dal 26/11 fino al 11/12
Vi aspettiamo sabato 26 novembre alle ore 16.30 per l'inaugurazione.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
12 novembre 2016

Oggi, dalle ore 17.00, nel cortile del Museo si è svolta la tradizionale cerimonia dell'assaggio del vino novello "Sgurbatel" proveniente dalla vigna sperimentale della Ca' Nova;
la manifestazione è giunta alla terza edizione. La qualità del vino, prodotto con uve di pinot nero, è stata giudicata lusinghiera nonostante il gran caldo e la scarsità di precipitazioni. Erano presenti le autorità comunali.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
13 novembre 2016

Oggi, in occasione della festività di San Martino, il Museo Verri è rimasto aperto in via straordinaria, ricevendo la visita di alcune centinaia di persone. Alla mattina l'apertura è stata garantita da Liliana Sanvito,
che in virtù della sua profonda conoscenza della lingua inglese, ha illustrato le sale anche ad alcuni visitatori stranieri. Al pomeriggio erano presenti il Vicepresidente
del Gral Marco Tremolada, nonchè i soci Roberto Fumagalli e Sergio Radaelli.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
13 novembre 2016

Sì è svolta sabato 12 Novembre, presso la Sala Civica del Municipio di Biassono, la cerimonia conclusiva del premio letterario dedicato alla poetessa "Antonia Pozzi".
Grande è stata la partecipazione di appassionati di letteratura; la vicenda della poetessa milanese è stata rievocata da suor Onorina Dini, erede del materiale letterario della poetessa, sul quale ha redatto la tesi di laurea e varie pubblicazioni.
Presenti il sindaco di Biassono ed assessori dei comuni di Biassono e Pasturo, dove Antonia passava le vacanze estive.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
12 novembre 2016

Valeria Mariotti, già della Soprintendenza di Milano, ha donato un cospicuo numero di volumi che arricchirà la già ampia biblioteca del Museo.
Si tratta di ben 250 pubblicazioni, soprattutto di carattere archeologico valtellinese, che vanno ad incrementare il già cospicuo patrimonio di 8.400 volumi.
Le operazioni di presa in carico, per rendere il fondo disponibile per la consultazione, sono in corso.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
3 novembre 2016

Nel pomeriggio di oggi due classi terze della scuola primaria "Alessandro Manzoni" di Macherio, accompagnate da quattro insegnanti, hanno visitato la sezione etnografica del museo, il cortile, la ghiacciaia e la raccolta numismatica.
Le domande da parte dei bambini sono state numerose, soprattutto riguardo agli strumenti da lavoro, che i nonni conservano nelle loro case.
Una piccola gara si è sviluppata sul riconoscimento degli utensili della collezione Sbragion, appesi in cortile.
Le insegnanti hanno manifestato altresì il desiderio di visitare la cisterna romana il prossimo anno, quando gli alunni inizieranno a studiare la storia antica.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
30 ottobre 2016

Il Museo accoglie "La Curiera". Oggi apertura straordinaria del museo per accogliere un gruppo di dieci disabili che, accompagnati dai volontari de "La Curiera" e guidati dai soci del GRAL, hanno potuto visitare le collezioni Biassonesi.
Il museo si è dimostrato pienamente all'altezza di questo compito sia nelle strutture che nella gestione.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
29 ottobre 2016

Per chi si è cimentato nel riconoscimento della motocicletta che si vede parcheggiata davanti a Villa Verri in una fotografia del gennaio 1959, possiamo dire che grazie all'imbeccata di una persona che quegli anni li ha vissuti, si tratta molto probabilmente di una Isomoto.
La Iso Rivolta è stata attiva tra il 1948 e il 1974. Nel tempo ha assunto varie denominazioni ma in quegli anni era nota come Iso Autoveicoli.
Il fondatore, Renzo Rivolta, nato a Desio nel 1908, cominciò la sua avventura acquistando i progetti e la piccola catena di montaggio delle Officine Ottavio Quadrio di Milano che produceva un piccolo scooter, il Giesse Furetto.
Negli anni produsse, nello stabilimento di Bresso, svariati tipi di motocicli, nel nostro caso potrebbe trattarsi del modello Iso F/150 quattotempi, che venne prodotto tra il 1957 e il 1962. Ma potrebbe essere anche un modello precedente (come la Isomoto 125), dato che dalla foto non si riesce ad apprezzarne tutti i dettagli.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
28 ottobre 2016

Stasera si è celebrato, alla presenza del Sindaco di Biassono e di numerosi Consiglieri, il gemellaggio tra le comunità di Chania, città sulla costa Nord dell'Isola di Creta (Grecia) e la città di Biassono. L'iniziativa è stata promossa dall'associazione culturale che porta il nome dell'esploratore e geografo Gaetano Osculati. Dopo le firme di rito la delegazione, composta da due rappresentati dell'ufficio turistico di Chania, ha visitato i locali del Museo Verri, dove è stata apprezzata particolarmente la varietà dei periodi storici rappresentati dai reperti esposti. La serata si è conclusa presso la Sala Civica del Comune di Biassono, dove è stata proiettata una presentazione della regione cretese, oggi ancora poco frequentata dai flussi turistici.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
22 ottobre 2016

Nuovi documenti storici su Biassono. Le ricerche del GRAL, dopo la pubblicazione dei risultati degli studi sulla toponomastica territoriale, sono ora concentrate sugli edifici storici di Biassono.
È in via di ultimazione la ricognizione archivistica relativa a tutto il costruito del nucleo antico e si stanno in particolare ricostruendo le complesse vicende della villa Verri.
Nei giorni scorsi è stato individuato e acquisito digitalmente un fondo fotografico costituito da diverse decine di immagini scattate alla fine degli anni Cinquanta, quando la villa non era ancora stata ristrutturata ed erano ancora visibili le decorazioni settecentesche, poi andate distrutte, e gli oggetti della vita quotidiana di proprietà delle molte persone che ancora vi abitavano.
A proposito, un quiz per i meno giovani (o per gli appassionati del genere): sapete riconoscere, nel dettaglio fotografico qui allegato, marca e modello della motocicletta parcheggiata nell'atrio della villa?

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
15 ottobre 2016

Ricordiamo in queste ore Stefano Vertemati, socio GRAL dalla prima ora. Nonostante i suoi problemi di salute ha sempre cercato di esserci vicino, partecipando alle nostre attività dal 1974 al 1989.
Qui accanto lo vedete, giovanissimo, in una foto di gruppo durante una gita del GRAL in Val Camonica.
Ci ha lasciati nei giorni scorsi, dopo aver trascorso gli ultimi anni in una casa famiglia a Colico prima della sua morte improvvisa.
Tutto il GRAL si stringe intorno alla sorella e alla mamma.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
1 ottobre 2016

Sulla Rivista Archeologica dell'Antica Provincia e Diocesi di Como numero 197 potete trovare due articoli scritti da due soci del GRAL:

Romani, Ostrogoti e Bizantini a Laino e le loro monete di ERMANNO A. ARSLAN
Nuovi studi riguardo gli elementi difensivi nel territorio brianteo fra X e XIII secolo di ANDREA MARIANI

RAComo 197 – Rivista Archeologica dell’Antica Provincia e Diocesi di Como
Codice: ISBN-978-88-85643-68-0
Anno: 2015
Pagine: 190

Per saperne di più: Società Archeologica Comense.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
24 settembre 2016

Oggi, in occasione della festa Patronale di Biassono, i cittadini Biassonesi hanno potuto vedere il risultato del progetto "BIASSONO E LA SUA TRADIZIONE AGROALIMENTARE".
Il progetto, finanziato dalla Regione Lombardia - Direzione Generale Agricoltura e dall'Amministrazione Comunale, è formato da 20 pannelli di due formati, 50x70 e 70x100 cm, che descrivono le attività legate all'agricoltura biassonese prima della rivoluzione industriale.
I pannelli, attualmente, sono tutti esposti nella sede centrale del Museo in un percorso che permette al visitatore di poter prendere visione del lavoro svolto e dei contenuti espressi.
Nei prossimi mesi questi pannelli raggiungeranno la loro collocazione definitiva in Museo e nelle varie sezioni distaccate.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
17 settembre 2016

Sabato 24 settembre, in occasione della festa Patronale di Biassono, verrà presentato alla cittadinanza il risultato del progetto "BIASSONO E LA SUA TRADIZIONE AGROALIMENTARE".
Il progetto, finanziato dalla Regione Lombardia - Direzione Generale Agricoltura e dall'Amministrazione Comunale, consta di 20 pannelli che descrivono le attività legate all'agricoltura biassonese prima della rivoluzione industriale.
I pannelli, presentati presso la sede del Museo, avranno poi collocazione definitiva nelle varie sezioni distaccate.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
13 settembre 2016

Ieri è mancato Padre Mario Sangiorgio, nato a Biassono nel 1923; la sua vita si è spesa in varie parti del Mondo per alleviare le sofferenze umane.
Ci piace ricordare che Padre Mario è stato un convinto socio del GRAL e sostenitore del Museo di Biassono, nel solco della tradizione dei religiosi che amano e promuovono lo studio della storia antica, da Paolo Maria Paciaudi a P. Luigi Bruzza.
Sacerdote dei Dehoniani, aveva retto diverse istituzioni dell’ordine, prima di recarsi per alcuni anni a Lippstadt, in Germania, come assistente spirituale agli emigranti. Poi era approdato al villaggio di Ndonguè, in Cameroun. Da lì, per anni ci aveva inviato notizie sull’organizzazione della società locale.
Nel 2002 avevamo pubblicato nel sito del Museo un resoconto del suo tentativo di costituzione una cooperativa agricola e di portare al villaggio la luce elettrica, insieme al capo villaggio. Cercava così di alleviare i problemi causati dalla mancanza di lavoro e dalla microcriminalità.
Gli ultimi anni li aveva passati in Trentino, in una Residenza di Bolognano d’Arco. Lo ricorderemo sempre con grande affetto.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
3 settembre 2016

Come sempre per il Fuori GP il museo ha avuto un picco di visitatori.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
2 settembre 2016

Quest'anno, in ambito alle manifestazioni legate al Fuori GP, in museo è possibile visitare una sintetica mostra sull'evoluzoine del tracciato della autodromo nazionale.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
27 aqgosto 2016

Gli alleati all'idroscalo di Milano.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
6 agosto 2016

Ecco una foto che ricorda la calura estiva. Gli scavi sono quelli del parco arecologico della Roccelletta nella seconda metà degli anni ottanta.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
23 luglio 2016

Una foto storica, la nomina del nostro conservatore a cittadino onnorario di Biassono.
La foto la trovate anche sul calendario "Ul calendari da Biason 2016" del Foto club Sant Andrea di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
2 luglio 2016

Oggi il museo MUU, Museo del Latte e della storia della Muggiasca, di Vendrogno ha festeggiasto il suo ottavo compleanno.
Facciamo i più sentiti auguri agli amici vendrognesi.
Durante la giornata culturale tra i vari eventi segnalaimo l'inaugurazione della mostra dedicata alle cappellette della Muggiasca "piccoli tesori della Muggiasca: i Gisòi".

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
25 giugno 2016

Oggi chiude i battenti la mostra “24 MAGGIO 1915“ L’ITALIA ENTRA IN GUERRA, Documenti e reperti della Grande Guerra.
La mostra allestita per ricordare il Centenario dell'entrata dell'Italia nella Prima Guerra Mondiale ha permesso al visitatore di ripercorrere la cronologia degli eventi, che spazia dalla dichiarazione di guerra fino all'offensiva finale su Vittorio Veneto, attraverso immagini della guerra di trincea e di quella sulle montagne.
Oggi si è provveduta anche allo smontaggio della splendida ricostruzione di un tratto di trincea accoglie alcuni reperti, tra cui uno scudo da trincea austriaco in ferro, munito di finestrella di puntamento. Il visitatore può altresì apprezzare la fattura di elmetti di differente provenienza. Notevole, infine, un paio di occhiali da bufera, usato dagli alpini per difendersi dal vento e dal bagliore del ghiacciaio.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
17 giugno 2016

Oggi il museo è stato visitato da circa 30 bambini dell'Oratorio Feriale di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
7 giugno 2016

Ieri e oggi il museo è stato visitato da 200 bambini della scuola materna di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
4 giugno 2016

Questa settimana e la prossima un altro gruppo di studenti dell'istituto Martin Luther King di Muggiò sono presenti in Museo, seguiti da Marco Tremolada, vicepresidente del GRAL.
Questo gruppo, composto da Davide, Corinne, Greta ed Alessia, sta svolgendo attività di gestione del museo, di trascrizione del libro "Storia del comune di Biassono" e di organizzazione di materiali etnografici.
Il gruppo è coordinato da Davide oramai veterano delle attività museali.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
30 maggio 2016

Oggi due classi quinte della scuola primaria "Sant'Andrea" di Biassono, hanno fatto visita al museo accompagnate dalla nostra socia Liliana Sanvito.
I ragazzi sono stati guidati lungo il percorso costruito intorno ai reperti romani presenti in Museo.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
28 maggio 2016

Oggi e domani sarà possibile visitare il cantiere di Casa Bossi in Biassono.
Abbiamo avuto la possibnilità di visionare lo stato dei lavori. Di notevole interesse alcune delle decorazioni, come quella che potete vedere nella foto, ritornate alla luce durante le operazioni di restauro.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
21 maggio 2016

Oggi presso il Monastero del Lavello di Calolziocorte (LC) si è tenuta la Giornata di Studi dal titolo “La Curtis di Capiate fra Tardo Antico e Medioevo”.
Interessanti interventi di:
Francesco Muscolino – Soprintendenza Archeologia Lombardia
Fabio Carminati – Associazione Capiate Radici nel Futuro
Marco Brivio – Associazione Capiate Radici nel Futuro
Andrea Mariani – Faculdade de Letras da Universidade do Porto (CITCEM)
Paolo Corti – Archeologo
Benedetta Castelli – Archeologa
Emanuela Sguazza e Daniele Gibelli, Valentina Caruso, Cristina Cattaneo – Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense (Labanof) Università degli Studi di Milano.
Dario Gallina – Archeologo dell’architettura
La giornata di studi è stata organizzata da: Associazione Capiate - Radici nel Futuro ONLUS

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
20 maggio 2016

Oggi tre classi seconde della scuola primaria "Antonio Stoppani" di Seregno, hanno fatto visita al museo accompagnate dalla nostra socia Vera Galliani.
La visita ha coinvolto sessantaquattro alunni ed otto insegnati.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
19 maggio 2016

Oggi due classi seconde della scuola primaria "Sant'Andrea" di Biassono, hanno fatto visita al museo accompagnati dai nostri soci.
La visita ha coinvolto cinquantacinque alunni e relativi insegnati.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
18 maggio 2016

Questa sera alle ore 21,00 nella sala "Carlo Annoni" del Civico Museo di Erba il nostro socio Andrea Mariani ha tenuto la conferenza:
"Castelli di carta e castelli di pietra. Un nuovo inquadramento per le fortificazioni medievali brianzole"
Si tratta della prima conferenza del ciclo "Castelli e insediamenti fortificati nel Triangolo Lariano e nelle regioni vicine".


Foto
Fai click per ingrandire la foto 
1 maggio 2016

Nell'ambito della manifestazione "Percorso ecogastronomico" organizzata dalla proloco e dal comune di Briosco, il Museo di Biassono ha approntato tre cartelloni segnaletici sui ritrovametni archeologici Brioschesi.
I soci Diego Colombo e Luca Salaorni hanno raccontato le evidenze archeologiche del territorio ai vari gruppi che si sono avvicendati lungo il percorso.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
28 aprile 2016

Oggi le classi terze della scuola primaria "Sant'Andrea" di Biassono, hanno fatto visita al museo accompagnate dalla nostra socia Vera Galliani.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
24 marzo 2016

Oggi, in un sala civica gremita, è stato presentato il volume "Atlante toponomastico storico di Biassono. Dal XV al XIX secolo".
Il libro, che rappresenta un primo passo verso la pubblicazione dell'enorme lavoro di ricerca svolto da Roberta Ramella e Gianfranco Pertot sulla storia di Biassono, ha raccolto grande successo e destato notevole interesse.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
3 aprile 2016

Oggi il nostro Museo ha accolto un folto gruppo di cittadini di Briosco, Capriano e Giussano. La visita è stata organizzata dall’amico Paolo Pirola e dall’assessore alla cultura di Briosco, Vera Dell’Oro. Sono stati accompagnati da Leopoldo Pozzi che ha illustrato loro principalmente la mostra dedicata a Davide Pace e i ritrovamenti archeologici da lui scoperti dall’anno 1966.
Dall’assessore alla cultura di Briosco ci è pervenuta la richiesta di documentazione per illustrare i ritrovamenti archeologici dell’area di Capriano.
La visita è poi proseguita e ha interessato tutta la sezione archeologica e quella etnografica. Anche quest’ultima ha suscitato molto interesse.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
26 marzo 2016

Domenica 24 aprile, alle ore 16:30, verrà presentato nella Sala Civica del Comune di Biassono il libro "Atlante toponomastico storico di Biassono. Dal XV al XIX secolo" (autori Gianfranco Pertot e Roberta Ramella, edizioni del Museo civico Carlo Verri di Biassono).
Il libro propone i primi risultati di una ricerca pluriennale, svolta principalmente su documentazione di archivio che copre un intervallo cronologico di mezzo millennio, che ha indagato la dinamica della proprietà di tutti i terreni e i fabbricati del territorio comunale (più di 550, nell'epoca considerata, con un assetto particellare sostanzialmente stabile).
La ricognizione ha riguardato migliaia di atti, conservati in archivi pubblici (principalmente nell'Archivio di Stato di Milano) e privati, redatti da esponenti di famiglie di possidenti, biassonesi e no (Verri, Bossi, Croce, Crivelli, Casati, fra le altre), da diversi enti religiosi (Parrocchia e Confraternite di Biassono, Luogo pio delle Quattro Marie di Milano, e altri) e da magistrature e altri organi dell'amministrazione.
Le informazioni contenute nei documenti hanno consentito di ricostruire il contesto toponomastico dell'intero comune e di presentare, per ogni particella di proprietà, l'evoluzione dei toponimi, con relativi mutamenti, aggiornamenti e deformazioni.
Il volume è costruito intorno alla mappa del territorio comunale, nella sua configurazione attuale, composta da più tavole, sulla quale è stato sovrapposto il reticolo particellare storico (per confronto è stata riprodotta anche la cartografia catastale settecentesca). Ogni particella di proprietà è individuata da un numero, in base al quale è possibile consultare la specifica sequenza toponomastica storica (corredata dalle notazioni archivistiche). Un glossario consente di risalire agli etimi e ai significati dei toponimi individuati e delle loro varianti, con ampi riferimenti alla bibliografia.
Il testo, pur impostato su rigorosi criteri scientifici, sia nella presentazione delle ricerche di archivio che nella trattazione dei contenuti semantici dei toponimi, si propone comunque come strumento di agile consultazione attraverso il quale è possibile accedere, anche senza una specifica preparazione, ad uno degli aspetti più affascinanti del patrimonio collettivo immateriale e dell'identità delle comunità locali.
La pubblicazione è stata sostenuta dal GRAL, di cui fanno parte i due autori, che operano professionalmente presso il Politecnico di Milano, ed è stata possibile grazie al cofinanziamento del Comune di Biassono e di Regione Lombardia. La stampa e la cura editoriale sono state affidate a Graficart e a Baobab Comunicazione di Biassono.
Alla presentazione, che sarà accompagnata da letture della Accademia Teatrando Produzioni, interverranno Cristina Cappellini, assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Angelo Piero Malegori, sindaco del Comune di Biassono, e Luciano Casiraghi, assessore alla Cultura del Comune di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
19 marzo 2016

Prosegue il certosino lavoro di catalogazione dei materiali del museo. Le fotografie dei singoli reperti vengono organizzate in apposite schede digitali, che prossimamente saranno rese disponibili alla consultazione su questo sito.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
3 marzo 2016

Nell'ambito del progetto avviato in occasione di EXPO 2015 "Vigneto biologico e biodinamico" continua la collaborazione con il professor Pio Rossi della Scuola Agraria del Parco di Monza. Oggi è stata effettuata la potatura della vigna didattica Biassonese.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
22 febbraio 2016

Questa settimana e la successiva un secondo gruppo di sudenti dell'istituto Martin Luther King di Muggiò sono presenti in Museo, seguite da Marco Tremolada, vicepresidente del GRAL, svolgendo attività di gestione del museo e di organizzazione dei materiali. In poarticolare Alessandra, Fabio, Laura e Corinne si sono dedicate alla trscrizzione del manoscritto di Emilio Romanò sulla storia di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
17 febbraio 2016

Oggi è mancato il nostro socio Giulio Bellani, socio GRAL fin dal 1980. Nel 1982 era stato protagonista della mostra "Ul legn e la su gent", dedicata al lavoro del falegname.
Giulio è sempre stato vicino a noi, con un suo modo schivo, discreto e sorridente.
È stato il nostro punto di riferimento su come trattare il legno, che conosceva così bene; le sue indicazioni su come restaurare tanti oggetti delle nostre collezioni sono state molto preziose e fonte di insegnamento.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
13 febbraio 2016

Nello Pieroni, memoria storica di Biassono e promotore di ricerche e raccoglitore di esperienze.
Il museo sta digitalizzando tutti i suoi scritti per metterli a disposizione della popolazione.
Nella sezione e-book, da oggi, sono disponibili anche i seguenti titoli:
- Anni di Guerra 1940-1944, Spoltore-Pescara, 1995
- La mia famiglia: ritrovarsi nella memoria, 2006-2007
- I bambini e il loro mondo, voll. I-IV, Biassono, 2009-2010
- Storie inventate e scritte insieme, voll. I-II, Biassono, 2009-2010
- Testi scritti, testi orali su nastro, diari, Biassono, 2012
- Attività, riciclaggi, Biassono, 2012

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
6 febbraio 2016

Proseguendo un esperienza iniziata due anni fa. Questa settimana e la successiva sudentesse dell'istituto Martin Luther King di Muggiò sono presenti in Museo, seguite da Marco Tremolada, vicepresidente del GRAL, svolgendo attività di gestione del museo e di organizzazione dei materiali. In poarticolare Giorgia, Laura, Sara e Carola si sono dedicate alla trscrizzione del manoscritto di Emilio Romanò sulla storia di Biassono.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
23 gennaio 2016

Sono aperte le iscrizioni per l'anno 2016 al GRAL.
Nel caso in cui foste interessati a partecipare all'attività culturale svolta dalla nostra associazione potete chiedere informazioni presso la sede, al Museo Civico, ogni Sabato dalle ore 15.00 alle 19.00.
Oppure scrivere a GRAL@museobiassono.it.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
16 gennaio 2016

Oggi è stata inaugurata la mostra "DAI CELTI AI ROMANI IN BRIANZA - DA CASCINA MARIANNA ALLA CASCINA SANT’ANDREA".
Alla presenza di un nutrito pubblico è stato presentato il nuovo allestimento della sala archeologica intitolata al Prof. Davide Pace, scopritore di tante testimonianze antiche nel nostro territorio.

Quì potete trovare alcune foto dell'inaugurazione.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
9 gennaio 2016

Ultimi ritocchi per la mostra "DAI CELTI AI ROMANI IN BRIANZA - DA CASCINA MARIANNA ALLA CASCINA SANT’ANDREA".
Vi aspettiamo sabato 16 gennaio alle ore 17,15 per l'inaugurazione di questa mostra e per la presentazione delle ultime novità relative al nuovo allestimento museale della sala archeologica che sarà intitolata al prof. Davide Pace, scopritore di tante testimonianze antiche nel nostro territorio.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
2 gennaio 2016

Il primo appuntamento del 2016 è fissato per sabato 16 gennaio 2016 alle ore 17,15 con la presentazione delle ultime novità e del nuovo allestimento museale della sala archeologica che sarà intitolata al prof. Davide Pace, scopritore di tante testimonianze antiche nel nostro territorio.

Foto
Fai click per ingrandire la foto 
1 gennaio 2015

Tempo di bilanci. Il sito del Museo nel 2015 ha avuto 33.475 visitatori, una netta flessione rispetto al 2014. Un 16% in meno.
Purtroppo i contenuti pubblicati non sono stati molti in quanto buona parte delle nostre risorse sono state indirizzate verso la vista virtuale ed altre attività associative.
La flessione di questo ultimo anno è sicuramente dovuta alla staticità del sito. Negli ultimi anni i contenuti sono cresciuti con estrema lentezza e la struttura del sito non è adatta alle nuove piattaforme digitali come smartphone e tablet.
Anche l'innovativa idea della visita virtuale, utilizzando la fotografia 3D, non ha dato i frutti desiderati. Nel 2015 il numero di accessi alla visita virtuale sono stati solo 692.

Scriveteci Museo Civico "Carlo Verri"
via san Martino, 1
20853 - Biassono (MI)
tel./FAX 0392201077 cel.3343422482
e-mail info@museobiassono.it

Next